Itabus

Condizioni Generali di Vendita e di Trasporto

Condizioni Generali di Vendita e Trasporto per acquisti fino al 29/07/2021


INDICE


1 PREMESSE, DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE

SEZIONE A – CONDIZIONI DI VENDITA


2 ACQUISTO DEI SERVIZI ITABUS


3 PAGAMENTO


4 TITOLO DI TRASPORTO

SEZIONE B – CONDIZIONI DI TRASPORTO


5 CONTRATTO DI TRASPORTO


6 CHECK-IN E IMBARCO


7 RINUNCE DEL PASSEGGERO AL VIAGGIO E MODIFICHE DELLA PRENOTAZIONE


8 CANCELLAZIONI DEI SERVIZI E RIMBORSI


9 DIRITTI DEL PASSEGGERO


10 MINORI


11 PERSONE CON DISABILITA’ O A MOBILITA’ RIDOTTA


12 OBBLIGHI DEI PASSEGGERI


13 BAGAGLI


14 ANIMALI


15 RESPONSABILITA’

SEZIONE C – VARIE


16 RECLAMI


17 MODIFICHE


18 INFORMATIVA AI SENSI DELLA NORMATIVA SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI


19 DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE


20 ALTRE DISPOSIZIONI RILEVANTI


 

1               PREMESSE, DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE


1.1            Agli effetti delle presenti condizioni generali di vendita e trasporto applicabili ai servizi di cui al successivo Articolo 1.2 (di seguito le “Condizioni Generali”), si intende per:


Autobus” ha il significato di cui all’Articolo 5.1 delle presenti Condizioni Generali;

Bagaglio Aggiuntivo” ha il significato di cui all’Articolo 13.3.1 delle presenti Condizioni Generali;

Bagaglio Speciale” ha il significato di cui all’Articolo 13.4.1 delle presenti Condizioni Generali;

Bagaglio Standard” ha il significato di cui all’Articolo 13.2.1 delle presenti Condizioni Generali;

Canali di Vendita” ha il significato di cui all’Articolo 2.1 delle presenti Condizioni Generali;

Contratto” ha il significato di cui all’Articolo 5.1 delle presenti Condizioni Generali;

Dati Personali” ha il significato di cui all’Articolo 18.1 delle presenti Condizioni Generali;

GDPR” ha il significato di cui all’Articolo 18.1 delle presenti Condizioni Generali;

Itabus” società per azioni di diritto italiano, con sede legale in Roma (RM), Lungotevere Gassman nn. 22-24, Partita IVA, codice fiscale e numero di iscrizione al Registro Imprese di Roma 15232291003;

Passeggero” ha il significato di cui all’Articolo 5.1 delle presenti Condizioni Generali;

Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta” ha il significato di cui all’Articolo 11.1 delle presenti Condizioni Generali;

Personale di Guida” ha il significato di cui all’Articolo 4.6 delle presenti Condizioni Generali;

Promemoria di Viaggio” ha il significato di cui all’Articolo 4.1 delle presenti Condizioni Generali;

Servizi Accessori” ha il significato di cui all’Articolo 1.2 delle presenti Condizioni Generali;

Servizi Itabus” ha il significato di cui all’Articolo 1.2 delle presenti Condizioni Generali;

Servizi di Trasporto” ha il significato di cui all’Articolo 1.2 delle presenti Condizioni Generali;

Sito Itabus” ha il significato di cui all’Articolo 1.3 delle presenti Condizioni Generali;

Soste” ha il significato di cui all’Articolo 12.3 delle presenti Condizioni Generali;

Titolo di Trasporto Cumulativo” ha il significato di cui all’Articolo 4.12 delle presenti Condizioni Generali;

Titolo di Trasporto” ha il significato di cui all’Articolo 4.1 delle presenti Condizioni Generali;

Viaggio” ha il significato di cui all’Articolo 4.1 delle presenti Condizioni Generali;

Voucher da Cancellazione” ha il significato di cui all’Articolo 3.5.1 delle presenti Condizioni Generali;

Voucher da Compensazione” ha il significato di all’Articolo 3.3.1 delle presenti Condizioni Generali;

Voucher Promozionali” ha il significato di cui all’Articolo 3.4.1 delle presenti Condizioni Generali.


1.2            I servizi effettuati da Itabus in qualità di vettore comprendono i servizi di trasporto passeggeri su autolinee interregionali di competenza statale (i “Servizi di Trasporto”) e altri servizi aggiuntivi, connessi o accessori ai Servizi di Trasporto (i “Servizi Accessori” e congiuntamente con i Servizi di Trasporto, i “Servizi Itabus”). 


1.3            Le presenti Condizioni Generali sono disponibili e possono essere consultate sul sito web di Itabus www.itabus.it (il “Sito Itabus”). Le Condizioni Generali in vigore sono quelle pubblicate sul Sito Itabus alla data in cui viene effettuato l’acquisto del Servizio Itabus.


1.4            I termini e le espressioni riportati con iniziale maiuscola hanno il significato ad essi assegnato nelle singole disposizioni che li riportano, restando inteso che, quando definiti al singolare, essi avranno il medesimo significato anche al plurale e viceversa.


1.5            Le presenti Condizioni Generali si presumono conosciute e accettate, senza restrizioni o riserve, al momento dell’acquisto di un Servizio Itabus o comunque alla fruizione dello stesso.


 

 

SEZIONE A – CONDIZIONI DI VENDITA


2               ACQUISTO DEI SERVIZI ITABUS


2.1            I Servizi di Trasporto possono essere acquistati attraverso i seguenti canali di vendita (i “Canali di Vendita”): (i) Sito Itabus; (ii) Itabus app mobile per dispositivi mobile; (iii) motori di ricerca specializzati, che consentono l’acquisto di Titoli di Trasporto per il tramite di singoli rivenditori autorizzati on line; (iv) biglietterie presso le autostazioni, dove presenti; (v); personale Itabus dotato di apposito dispositivo mobile, presente a bordo dell’Autobus; (vi) altri rivenditori autorizzati su tutto il territorio nazionale. L’acquisto di alcuni Servizi Accessori potrebbe non essere disponibile presso tutti i Canali di Vendita. Il cliente prende atto che i Servizi Itabus potrebbero non essere contemporaneamente disponibili su tutti i Canali di Vendita e che Itabus non si assume alcuna responsabilità in merito alla disponibilità delle diverse opzioni di acquisto presso i Canali di Vendita non gestiti da Itabus.


2.2            In particolare, per Servizi Accessori si intendono servizi aggiuntivi, connessi o correlati rispetto al Servizio di Trasporto, quindi al Viaggio, che Itabus offre ai suoi Passeggeri a pagamento. Sono Servizi Accessori di Itabus il Bagaglio Aggiuntivo, il Bagaglio Speciale, la scelta del posto a sedere e ogni altro servizio identificato come “Servizio Accessorio” presso i Canali di Vendita.


2.3            Il prezzo dei Servizi Accessori è consultabile sul Sito Itabus alla sezione “Assistenza” oppure, in ogni caso, durante il processo di acquisto sui Canali di Vendita.


2.4            Acquisto sul Sito Itabus e sull’app Itabus


2.4.1         I Servizi Itabus sono rappresentati nel catalogo online, accessibile sul Sito Itabus e sull’app per dispositivi mobile.


2.4.2         Non è consentito utilizzare i portali web di Itabus per finalità diverse dalla consultazione del catalogo online per l’acquisto dei Servizi Itabus. In particolare, è vietato l’utilizzo di sistemi automatizzati per estrarre i dati dal Sito Itabus e/o dall’app Itabus per dispositivi mobile per uso commerciale (cosiddetto "Screen Scraping”). Itabus si riserva il diritto di agire di conseguenza per perseguire una tale violazione.


2.4.3         La tecnologia attuale non può garantire che la comunicazione dei dati via internet sia costante, priva di interruzione e/o esente da errori; di conseguenza, salvo dolo o colpa grave, Itabus non assume alcuna responsabilità in merito all’opzione di acquisto prescelta dal cliente fino all’avvenuta emissione del Titolo di Trasporto.


2.4.4         Il Passeggero prende atto che, ai sensi dell’art. 47, paragrafo 1, lett. (m), del D.lgs. n. 206 del 2005 e s.m.i., non trovano applicazione le disposizioni sul diritto di recesso nei contratti a distanza. È tuttavia fatta salva la facoltà del Passeggero di cambiare o rinunciare al Viaggio, come infra definita, secondo le disposizioni di cui all’Articolo 7.


2.4.5         Il Titolo di Trasporto emesso in seguito all’acquisto ai sensi del presente Articolo 2.4 è un titolo di legittimazione nominativo e legittima a ricevere il Servizio Itabus esclusivamente il Passeggero il cui nome sia indicato nel Titolo di Trasporto.


2.5            Acquisto presso biglietterie di autostazioni, agenzie e altri rivenditori autorizzati


2.5.1         Il Passeggero potrà acquistare i Titoli di Trasporto anche presso biglietterie e rivenditori autorizzati online e sul territorio nazionale diversi dal Sito Itabus e dall’app Itabus. Tuttavia, tali rivenditori terzi autorizzati avranno la facoltà di addebitare dei costi aggiuntivi per le attività di prenotazione o cancellazione di un Servizio Itabus.


2.5.2        Inoltre, è riconosciuta la facoltà a tali rivenditori terzi di rilasciare il Titolo di Trasporto esclusivamente in formato cartaceo, del quale è richiesta la conservazione ai fini dell’esibizione al Personale di Guida. Pertanto, il Passeggero prende atto che presso taluni rivenditori terzi potrebbe non essere disponibile il Titolo di Trasporto in formato elettronico.


2.6            Acquisto tramite il Personale di Guida


Il Personale di Guida a bordo degli Autobus potrà emettere – allorché il servizio sarà disponibile previa informazione all’utenza sul Sito Itabus – un Titolo di Trasporto nominativo attraverso i dispositivi mobili di cui è dotato e secondo i soli metodi di pagamento elettronici, come meglio descritti al successivo Articolo 37. Il cliente prende atto che il Titolo di Trasporto emesso dal Personale di Guida potrà essere acquistato alla tariffa prevista per l’acquisto a bordo che verrà indicata sul Sito Itabus allorché tale servizio sarà disponibile.


3               PAGAMENTO


3.1            Il pagamento dei Servizi Itabus può essere effettuato con i seguenti metodi:

(i)     online sul Sito Itabus e app di Itabus: PayPal, carta di credito (Mastercard/Visa), carte di debito (Visa/Mastercard), Voucher;

(ii)    biglietterie presso le autostazioni, le agenzie e i rivenditori autorizzati su tutto il territorio nazionale: tutti i metodi di pagamento offerti dai punti vendita presso il quale si procederà all’acquisto;

(iii)   Personale di Guida: carte di credito (Mastercard/Visa), carte di debito (Visa/Mastercard); e

(iv)   rivenditori autorizzati on line: tutti i metodi di pagamento offerti dal singolo rivenditore.


3.2            Pagamento acquisti online       

   

3.2.1         In caso di acquisti online, le informazioni relative al metodo di pagamento utilizzato dall’acquirente sono gestite mediante protocolli crittografati nel rispetto dei criteri di sicurezza stabiliti dai singoli metodi di pagamento.


3.2.2         In caso di acquisto online con strumenti di pagamento elettronici (e.g. carta di credito o PayPal), la procedura di acquisto prevede la pre-autorizzazione alla spesa dell’importo ed il successivo addebito sul metodo di pagamento scelto dall’acquirente ad avvenuta prenotazione. Al momento dell’acquisto del Titolo di Trasporto, l’acquirente è tenuto a verificare immediatamente l’esattezza dei dati in esso riportati. Itabus non sarà responsabile di eventuali errori imputabili allo stesso acquirente e relativi ai dati del Viaggio o ai dati personali del Passeggero contenuti nel Titolo di Trasporto correttamente emesso da Itabus, che non potrà essere rimborsato per tale motivo. A fronte di errori materiali scusabili dell’acquirente riportati sul Titolo di Trasporto, quest’ultimo resta valido con possibilità di rettifica a bordo dell’autobus da parte del Personale di Guida, senza necessità di ulteriore formale regolarizzazione e senza oneri aggiuntivi.



3.3            Voucher da Compensazione


3.3.1         Il voucher da compensazione è un credito elettronico generato a titolo di rimborso del prezzo del Titolo di Trasporto acquistato ed emesso su richiesta del Passeggero nel caso in cui i Servizi di Trasporto dovessero subire una cancellazione, un ritardo superiore a centoventi minuti nonché in caso di accettazione di prenotazioni superiori ai posti disponibili (il “Voucher da Compensazione”). Ai sensi dell’art. 19, paragrafo 1, del Regolamento UE n. 181 del 2011, con il Voucher da Compensazione il Passeggero potrà, alternativamente, acquistare i Servizi Itabus ovvero richiedere la monetizzazione dello stesso secondo le modalità di cui al successivo Articolo 3.3.5.


3.3.2         I Voucher da Compensazione sono utilizzabili per l’acquisto: (i) di Servizi di Trasporto e/o di Servizi Accessori anche di prezzo superiore al valore del Voucher da Compensazione con contestuale pagamento in favore di Itabus della conseguente differenza di prezzo; (ii) di Servizi di Trasporto e/o di Servizi Accessori anche di prezzo inferiore al valore del Voucher da Compensazione con conseguente generazione di un saldo residuale che potrà essere utilizzato per un altro acquisto di Servizi Itabus.


3.3.3         I Voucher da Compensazione sono frazionabili e possono essere utilizzati in più soluzioni.


3.3.4         I Voucher da Compensazione non sono cumulabili fra loro o con diverse tipologie di Voucher.


3.3.5         Il Passeggero potrà ottenere la monetizzazione del Voucher da Compensazione. Itabus, verificata la legittimità della richiesta, procederà con la monetizzazione dell’importo corrispondente, che avverrà a mezzo bonifico bancario sulle coordinate comunicate dal Passeggero a Itabus oppure con riaccredito sulla carta di credito o conto Paypal utilizzato in fase di acquisto tramite i Canali di Vendita online di Itabus. Qualora il valore del Voucher da Compensazione sia stato utilizzato per l’acquisto di Servizi Itabus il cui prezzo sia inferiore al valore del Voucher da Compensazione, Itabus procederà alla monetizzazione dell’importo residuo, dietro richiesta del Passeggero (importo residuo = Voucher da Compensazione – quota parte Voucher da Compensazione utilizzata per l’acquisto dei Servizi Itabus). In alternativa, il Passeggero potrà utilizzare il suddetto importo residuo per l’acquisto di Servizi Itabus. La monetizzazione avverrà con valuta in Euro entro 14 (quattordici) giorni dalla ricezione della richiesta. Itabus assumerà esclusivamente le spese relative al bonifico bancario che siano conoscibili al momento dell’effettuazione dello stesso.


3.4            Voucher Promozionali


3.4.1         I voucher promozionali sono buoni sconto che Itabus, nell’ambito di specifiche campagne promozionali o altre iniziative commerciali, può riconoscere al Passeggero per l’acquisto dei Servizi Itabus (i “Voucher Promozionali”).


3.4.2         Il valore dei Voucher Promozionali verrà, di volta in volta, determinato da Itabus.


3.4.3         I Voucher Promozionali sono utilizzabili per l’acquisto: (i) di Servizi di Trasporto e/o di Servizi Accessori anche di prezzo superiore al valore del Voucher Promozionale con contestuale pagamento in favore di Itabus della conseguente differenza di prezzo; (ii) di Servizi di Trasporto e/o di Servizi Accessori anche di prezzo inferiore al valore del Voucher Promozionale senza possibilità di rimborso della parte di valore dello stesso voucher rimasta non utilizzata.


3.4.4         I Voucher Promozionali saranno soggetti a regole, di volta in volta, determinate da Itabus.


3.4.5         I Voucher Promozionali non sono cumulabili fra loro o con diverse tipologie di voucher.


3.4.6         Itabus potrà vincolare l’utilizzo del Voucher Promozionale all’acquisto di una specifica tipologia di Titolo di Trasporto, all’acquisto o all’effettuazione del Viaggio in un determinato periodo oppure all’acquisto di Servizi di Trasporto per tratte, ambienti di viaggio e/o autobus determinati.


3.4.7         I Voucher Promozionali non sono rimborsabili in denaro o altrimenti riscattabili dal Passeggero, pertanto al termine della relativa campagna promozionale, il Passeggero potrà decadere dai diritti ivi previsti.


3.4.8         I Voucher Promozionali non possono essere ceduti a titolo oneroso da parte del Passeggero beneficiario. Eventuali violazioni saranno sanzionate da Itabus con il blocco dei Titoli di Trasporto acquistati per mezzo dei Voucher Promozionali oggetto di cessione e/o con richieste di risarcimento danni.


3.4.9         Al Servizio di Trasporto e/o ai Servizi Accessori acquistati attraverso un Voucher Promozionale si applicheranno le condizioni di utilizzo, rimborso e cambio previste per la tipologia di Servizi Itabus acquistati.


3.5            Voucher da Cancellazione


3.5.1         Il voucher da cancellazione è un credito elettronico emesso da Itabus, secondo le regole tariffarie del Servizio di Trasporto acquistato, in favore del Passeggero che abbia richiesto la cancellazione di un Titolo di Trasporto valido, secondo le modalità descritte al successivo Articolo 7 (il “Voucher da Cancellazione”).


3.5.2         I Voucher da Cancellazione sono utilizzabili per l’acquisto: (i) di Servizi di Trasporto e/o di Servizi Accessori anche di prezzo superiore al valore del Voucher da Cancellazione con contestuale pagamento in favore di Itabus della conseguente differenza di prezzo; (ii) di Servizi di Trasporto e/o di Servizi Accessori anche di prezzo inferiore al valore del Voucher da Cancellazione con generazione di un saldo residuale che potrà essere utilizzato per un altro acquisto.


3.5.3         I Voucher da Cancellazione possono essere utilizzati in più soluzioni e quindi anche per l’acquisto di più Titoli di Trasporto e/o Servizi Accessori, beninteso fino a concorrenza del valore del voucher.


3.5.4         I Voucher da Cancellazione non sono cumulabili fra loro o con diverse tipologie di voucher.


3.5.5         Al Servizio di Trasporto e/o ai Servizi Accessori acquistati attraverso un Voucher da Cancellazione si applicheranno le condizioni di utilizzo, rimborso e cambio previste per la tipologia di Servizi Itabus acquistati.


3.6            Disposizioni comuni in materia di voucher


3.6.1         È riconosciuto ad Itabus il diritto di esigere il corrispettivo dei, ovvero, a discrezione di Itabus, di annullare i, Titoli di Trasporto emessi, in tutto o in parte, mediante il rilascio di uno dei voucher di cui precedenti Articoli 3.3, 3.4 e 3.5, i quali risultino riscattati a seguito di condotte criminose quali frode, tentativo di frode o tentativo acclarato di altre attività illegali. Resta fermo il diritto di Itabus di agire per il risarcimento dei danni eventualmente subiti.


3.6.2         L’utilizzo di ciascun Voucher da parte di colui che appare esserne il legittimo intestatario avrà effetto liberatorio per Itabus anche nei confronti di colui che dovesse, quindi, risultarne l’effettivo titolare, laddove Itabus abbia agito in buona fede.


3.7            Fatturazione


3.7.1         Ove il passeggero acquisti un Titolo di Trasporto tramite Canali di Vendita gestiti da Itabus, l’emissione della fattura (ovvero della documentazione fiscale relativa al Titolo di Trasporto) può essere richiesta dall’acquirente durante il processo di acquisto del Titolo di Trasporto, nella sezione “Conferma e Pagamento”, e sarà recapitata in formato elettronico all’indirizzo indicato dal cliente.


4               TITOLO DI TRASPORTO


4.1            Il titolo di trasporto consiste nella registrazione elettronica dei dati relativi al Servizio Itabus acquistato dal Passeggero e resi disponibili sotto forma di scrittura leggibile e stampabile (il “Titolo di Trasporto”). Il Titolo di Trasporto viene emesso al termine della procedura d’acquisto di un viaggio con partenza presso un luogo di origine e con arrivo presso un luogo di destinazione tra quelli resi disponibili da Itabus (il “Viaggio”). In caso di acquisto di Servizi di Trasporto con andata e ritorno, il Titolo di Trasporto è valido per l’intero Viaggio, comprensiva sia della tratta andata che della tratta di ritorno.


4.2           L’acquisto del Servizio Itabus può avvenire tramite i Canali di Vendita, come meglio descritti all’Articolo 2. A seconda del Canale di Vendita scelto per l’acquisto dei Servizi di Trasporto, il Titolo di Trasporto sarà trasmesso in formato elettronico, via e-mail, all’indirizzo indicato al momento dell’acquisto ovvero stampato in formato cartaceo e consegnato al Passeggero.


4.3            Al momento dell’acquisto il Passeggero è tenuto ad inserire o indicare correttamente i propri dati e controllare la correttezza di quelli riportati sul Titolo di Trasporto(i.e. nominativo, data e ora di partenza e di arrivo).


4.4           Il Titolo di Trasporto generato in seguito ad acquisto sui Canali di Vendita online è trasmesso esclusivamente in formato elettronico.


4.5            Il Titolo di Trasporto generato in seguito ad acquisto sui Canali di Vendita dislocati sul territorio nazionale potrà essere discrezionalmente (i) trasmesso in formato elettronico, via e-mail, all’indirizzo indicato dal Passeggero al momento dell’acquisto o (ii) stampato e consegnato in formato cartaceo dal personale del punto vendita.


4.6            Il Promemoria di Viaggio generato ai sensi dei precedenti Articolo 4.4 e 4.5 dovrà essere conservato dal Passeggero ai fini dell’esibizione dello stesso al personale addetto al Servizio di Trasporto (il “Personale di Guida”) su supporto elettronico (smartphone, tablet e simili) ovvero esibito in formato cartaceo.


4.7            La conferma d’acquisto e l’emissione del relativo Titolo di Trasporto è definitiva. Pertanto, qualsiasi modifica del suo contenuto richiesta dal Passeggero determinerà un cambio o una cancellazione alle condizioni di cui all’Articolo 7.


4.8           Il Passeggero è tenuto a mostrare, a semplice richiesta del Personale di Guida presente sull’Autobus, il Titolo di Trasporto unitamente ad un valido documento di identità provvisto di fotografia, al fine di verificare la titolarità del Titolo di Trasporto, secondo quanto previsto all’Articolo 6.


4.9            Il Passeggero ha diritto al Servizio di Trasporto e agli eventuali Servizi Accessori a condizione che:

(i)      sia stato emesso in suo favore un valido Titolo di Trasporto per i Servizi Itabus e per il Viaggio ivi indicati; e

(ii)     sia in possesso del relativo Titolo di Trasporto.


4.10          Il Titolo di Trasporto è nominativo e non è cedibile o altrimenti utilizzabile da persone diverse dal Passeggero. Non è ammessa la salita e/o la discesa del Passeggero presso località diverse da quelle risultanti dal Titolo di Trasporto.


4.11          Qualora il Passeggero decidesse autonomamente di interrompere il proprio Viaggio scendendo dall’Autobus, e portando con sé il proprio bagaglio, non avrà diritto ad alcun rimborso e/o compenso per la tratta del Viaggio non goduto.


4.12         È consentito l’acquisto dei Servizi di Trasporto mediante un'unica operazione di acquisto in favore di un massimo di 25 Passeggeri. In tal caso, sarà emesso da Itabus un unico Titolo di Trasporto (il “Titolo di Trasporto Cumulativo”) e generato un distinto Titolo di Trasporto per ciascun Passeggero.


4.13          Per ciascun Passeggero in favore del quale sia stato emesso un valido Titolo di Trasporto verrà assegnato un posto a sedere. A discrezione del Canale di Vendita utilizzato per l’acquisto del Titolo di Trasporto, il Passeggero potrà acquistare il Servizio Accessorio relativo alla scelta del posto a sedere (i.e. corridoio o finestrino, fila, tavolino), salvo disponibilità a bordo dell’Autobus al momento dell’acquisto del Servizio Accessorio. Il posto assegnato sarà riportato sul Titolo di Trasporto. Il prezzo del suddetto Servizio Accessorio sarà calcolato in base alla tariffa valida il giorno di acquisto del Servizio di Trasporto per il Viaggio interessato.


4.14         In caso di smarrimento, furto, distruzione o deterioramento del Titolo di Trasporto e comunque di impossibilità per il Passeggero di esibire il Titolo di Trasporto ovvero un documento di identità valido per mezzo del quale attestare la rispondenza tra il Passeggero e il titolare del Titolo di Trasporto stesso , fermo restando il diritto di Itabus di cui al successivo Articolo 6.4 n. (i), il Passeggero dovrà acquistare, ad una tariffa prevista per l’acquisto tramite il Personale di Guida di cui al precedente Articolo 2.6, un nuovo Titolo di Trasporto per avvalersi del Servizio di Trasporto. Il Passeggero sopporta, inoltre, tutti i rischi connessi e conseguenti all’eventuale diffusione da parte sua del file contenente il Titolo di Trasporto in formato digitale.


 

SEZIONE B – CONDIZIONI DI TRASPORTO


5               CONTRATTO DI TRASPORTO


5.1            Il contratto concluso mediante l’accettazione delle presenti Condizioni Generali è un contratto di trasporto ai sensi dell’art. 1678 del codice civile (il “Contratto”), mediante il quale Itabus si impegna a trasportare ogni persona fisica munita di un valido Titolo di Trasporto, come infra definito, (“Passeggero”) dal luogo di partenza al luogo di destinazione indicato nel Titolo di Trasporto utilizzando i veicoli nella disponibilità di Itabus (gli “Autobus”).


5.2            I Servizi Itabus oggetto di ciascun Contratto e il relativo rapporto contrattuale sono disciplinati, oltreché dalle presenti Condizioni Generali, dalla legge italiana ivi incluso il diritto dell’Unione Europea, se ed in quanto applicabile in Italia.


5.3            Ciascun Contratto si considera concluso in conseguenza dell’avvenuta emissione del relativo Titolo di Trasporto dell’avvenuto pagamento dell’intero prezzo del Servizio Itabus secondo le modalità di cui al successivo Articolo 6.


6               CHECK-IN E IMBARCO


6.1            Al fine di agevolare le operazioni di check-in, di imbarco bagagli e per assicurare il rispetto degli orari di partenza programmati da Itabus, nonché garantire sicurezza nelle attività propedeutiche all’inizio del viaggio, il Passeggero, salvo quanto diversamente indicato da Itabus, dovrà presentarsi alla stazione o fermata di salita almeno 15 (quindici ) minuti prima dell'orario di partenza programmato.


6.2            Salvo quanto diversamente comunicato da Itabus, il Passeggero deve salire a bordo dell'Autobus nel punto di partenza e nell’orario indicati sul Titolo di Trasporto. In difetto, il Passeggero decadrà dal diritto di ottenere i Servizi di Trasporto ed eventuali Servizi Accessori acquistati.


6.3            Oltre al Titolo di Trasporto secondo quanto previsto all’Articolo 4, il Passeggero deve avere con sé: (i) una carta d'identità nazionale o passaporto in corso di validità se residente nello spazio Schengen; (ii) un passaporto in corso di validità se non risiede nell'area Schengen, oltre agli eventuali visti richiesti dalla normativa vigente.


6.4            Itabus si riserva il diritto di rifiutare l'imbarco del Passeggero o di chiedere al Passeggero di scendere durante il Viaggio al verificarsi di una delle seguenti condizioni:

(i)     il Passeggero non sia in possesso di un valido Titolo di Trasporto che lo legittimi al Servizio di Trasporto accompagnato da un documento di identità valido; nel caso in cui l’acquirente dichiari sotto la sua responsabilità di non avere la disponibilità materiale del titolo di trasporto pur avendolo regolarmente acquistato, l’accesso a bordo sarà consentito dietro esibizione di un documento di identità valido che consenta di accertare l’avvenuto acquisto del biglietto sui servizi informatici di Itabus;

(ii)    il Passeggero non rispetti la normativa applicabile o gli obblighi derivanti dalle presenti Condizioni Generali, in particolare quelli di cui all'Articolo 12; oppure

(iii)   se il trasporto o il proseguimento del trasporto del Passeggero costituisce un chiaro rischio per la sicurezza.


6.5            Nei casi di cui all'Articolo 6.4, Itabus non è in nessun caso tenuta a rimborsare totalmente o parzialmente il Passeggero o a riconoscere qualsiasi forma di risarcimento.


6.6            Salvo quanto diversamente comunicato da Itabus, il Passeggero deve occupare il posto assegnato, indicato nel Titolo di Trasporto. Per ragioni operative o di sicurezza tecnica, Itabus potrà riassegnare i posti a sedere, anche dopo l’inizio del Viaggio. Ciò può verificarsi ad esempio nel caso di donne incinte, minori, e Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta (come infra definite) per cui non sono disponibili posti liberi adeguati. In questo caso, è necessario seguire le istruzioni del Personale di Guida. La riassegnazione dei posti a sedere viene effettuata senza discriminazione di razza, religione, credo politico, colore della pelle, nazionalità o sesso. Salvo quanto diversamente comunicato da Itabus, il Passeggero deve occupare il posto assegnato, indicato nel Titolo di Trasporto. Per ragioni operative o di sicurezza tecnica, Itabus potrà riassegnare i posti a sedere, anche dopo l’inizio del Viaggio. Ciò può verificarsi ad esempio nel caso di donne incinte, minori, e Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta (come infra definite) per cui non sono disponibili posti liberi adeguati. In questo caso, è necessario seguire le istruzioni del Personale di Guida. La riassegnazione dei posti a sedere viene effettuata senza discriminazione di razza, religione, credo politico, colore della pelle, nazionalità o sesso.


6.7            Qualora si verificasse una modifica della prenotazione del posto a sedere e non fosse possibile assegnare il posto a sedere nella categoria prenotata o in una categoria superiore, il Passeggero potrà chiedere la restituzione della commissione per la prenotazione del posto a sedere eventualmente corrisposta. Il rimborso non sarà accordato se il posto a sedere è stato assegnato e/o ottenuto gratuitamente.


6.8           Fermo restando quanto previsto dall’Articolo 6.4 punto i), è fatto divieto di salire a bordo dell’Autobus senza un valido Titolo di Trasporto accompagnato da un documento di riconoscimento valido. Chiunque durante un controllo a bordo dell’Autobus risultasse sprovvisto di valido Titolo di Trasporto sarà tenuto a, alternativamente:


a)   ove vi sia disponibilità di posti a bordo dell’Autobus, regolarizzare immediatamente la propria posizione, mediante l’acquisto di un Servizio di Trasporto corrispondente alla tratta già percorsa più la tratta ancora da percorrere fino alla destinazione pagando una maggiorazione pari al 100% del prezzo dovuto per il Servizio di Trasporto dell’intero Viaggio e comunque non inferiore a Euro 50,00, restando inteso che qualora non fosse possibile verificare la tratta già percorsa si prenderà in considerazione il capolinea di partenza dell’Autobus; è fatta salva la facoltà dell’utente di proporre reclamo, compilando l’apposito modulo pubblicato sul sito Itabus nella sezione dedicata all’Assistenza, entro tre (3) mesi dalla data in cui è stato prestato il predetto Sevizio di Trasporto; Itabus (i) entro un (1) mese dal ricevimento del reclamo, notificherà al passeggero che il reclamo è stato accolto, respinto o che è ancora in esame; (ii) non oltre tre (3) mesi dal ricevimento del reclamo, fornirà al passeggero una risposta definitiva allo stesso.

 

b)       scendere alla prima fermata utile lungo il percorso dell’Autobus oppure presso il primo luogo sicuro, fermo restando il pagamento del prezzo per la tratta già percorsa più una maggiorazione pari al 100% dell’importo dovuto e comunque non inferiore a Euro 50,00, fatta salva la facoltà dell’utente di proporre reclamo secondo la procedura di cui alla precedente lettera a).



6.9            È considerato, altresì, sprovvisto di valido Titolo di Trasporto chi utilizza un Titolo di Trasporto con applicazione di riduzioni di prezzo senza averne diritto o chi utilizza un Titolo di Trasporto contraffatto, non integro o illeggibile.


6.10          In caso di violazioni delle prescrizioni riguardanti oggetti che il Passeggero deve portare con sé (e.g. oggetti pericolosi, materiali esplosivi o infiammabili) o comunque in violazione del successivo Articolo 13.1.6, Itabus avrà la facoltà di rifiutare l’esecuzione del relativo trasporto, nonché di prendere ulteriori misure per garantire la sicurezza dei Servizi Itabus e dei Passeggeri.


7               RINUNCE DEL PASSEGGERO AL VIAGGIO E MODIFICHE DELLA PRENOTAZIONE


7.1            La prenotazione può essere liberamente e unilateralmente modificata dal Passeggero, comunque entro e non oltre 2 (due) ore prima dell’orario previsto per la partenza, in conformità alle previsioni che seguono e attraverso i Canali di Vendita di cui al successivo Articolo 7.3, fermo restando che per alcune tariffe/prodotti non è consentita la modifica della prenotazione.


7.2            La modifica di una prenotazione implica la previa rinuncia del Viaggio prenotato da parte del Passeggero.


7.3            La rinuncia potrà essere effettuata unicamente: (i) sul Sito Itabus, (ii) tramite app mobile Itabus per smartphone e (iii) presso i rivenditori autorizzati su tutto il territorio nazionale, se e nella misura in cui tale servizio sia disponibile presso il rivenditore prescelto dal Passeggero.


7.4            Per ogni procedura di rinuncia al Viaggio per volontà del Passeggero potrà essere addebitata una commissione di cancellazione in base alla tariffa/prodotto acquistato per ciascun Viaggio e singolo Passeggero. Il Voucher da Cancellazione viene emesso per un importo pari al prezzo riportato sul Titolo di Trasporto, dedotti gli eventuali costi della procedura di cancellazione. Quanto sopra non preclude all’acquirente di azionare eventuali suoi diritti nel caso in cui la rinuncia sia basata su cause di forza maggiore o di oggettiva impossibilità sopravvenuta per eventi straordinari ed imprevedibili.


7.5            In caso di Titolo di Trasporto Cumulativo, non è consentita la rinuncia al Viaggio con riferimento a solamente alcuni dei Passeggeri del gruppo.


7.6            Le prenotazioni che prevedono viaggi in connessione di diverse tratte valgono come un Viaggio unico, dal luogo di partenza fino alla destinazione finale risultanti dal Titolo di Trasporto. Pertanto, non sarà possibile rinunciare ad una tratta del Viaggio conservando la prenotazione con solo riferimento ad altre tratte; solo nel caso in cui il Passeggero abbia prenotato tratte singole, organizzando autonomamente la connessione tra le diverse tratte, ciascuna di esse sarà considerata singolarmente come Viaggio e potrà essere oggetto di rinuncia indipendentemente dalle altre. 


7.7            In caso di prenotazione per un Viaggio andata e ritorno, Itabus riconosce al Passeggero la facoltà di rinunciare anche solo ad una tra la tratta di andata e la tratta di ritorno risultanti dal Titolo di Trasporto.


7.8            Le condizioni e le modalità di rinuncia variano in base alla tariffa/prodotto e al Canale di Vendita presso il quale è stato acquistato il Servizio Itabus.


7.9            In caso di rinuncia, verrà emesso in favore del Passeggero o, in caso di Titolo di Trasporto Cumulativo in favore del referente (ovverosia colui il quale ha proceduto all’acquisto del Titolo di Trasporto Cumulativo ai sensi del precedente Articolo 4.12), il cosiddetto Voucher di Cancellazione, come meglio descritto al precedente Articolo 3.5. Inoltre, se previsto dalla tipologia di Titolo di Trasporto acquistato, il Passeggero potrà richiedere il rimborso del Viaggio con le modalità di cui alla sezione “Assistenza” del Sito Itabus. 


8               CANCELLAZIONI DEI SERVIZI E RIMBORSI


8.1            Fermo quanto previsto al successivo Articolo 8.6, in caso di cancellazione o di ritardo del Viaggio rispetto all’orario di partenza indicato sul Titolo di Trasporto, per cause non imputabili al Passeggero in partenza dalla stazione, Itabus informerà, per mezzo del Sito Itabus, il Passeggero quanto prima e in ogni caso non oltre 30 (trenta) minuti dopo l’ora di partenza prevista. Ove possibile, Itabus provvederà a comunicare quanto sopra per via elettronica (e.g. via email o sms all’indirizzo o al numero comunicati dal Passeggero al momento dell’acquisto del Titolo di Viaggio), ai Passeggeri, anche in partenza da una fermata, che ne abbiano fatto richiesta ed abbiano fornito i dati necessari per essere contattati. 


8.2            Nel caso in cui i Servizi di Trasporto dovessero subire una cancellazione, un ritardo superiore a centoventi minuti nonché in caso di accettazione di prenotazioni superiori ai posti disponibili a bordo, il Passeggero avrà altresì la possibilità di scegliere tra (i) la prosecuzione del Viaggio o il re-instradamento verso la destinazione finale come stabilito nel Contratto, senza costi aggiuntivi, a condizioni comparabili e nel più breve tempo possibile; o (ii) il rimborso del prezzo pagato per il Titolo di Trasporto e, se del caso, un Servizio di Trasporto gratuito di ritorno il più presto possibile al punto di partenza iniziale come stabilito nel Contratto.


8.3            Nel caso in cui Itabus non fosse in grado di offrire al Passeggero la scelta di cui al precedente Articolo 8.2, ai sensi dell’art. 19 del Regolamento UE n. 181 del 2011, il Passeggero avrà diritto a un importo pari al 50% (cinquanta percento) del prezzo pagato per il Titolo di Trasporto, oltre al rimborso di cui all'Articolo 8.2 (ii). Tale importo sarà corrisposto da Itabus entro un mese dalla presentazione della richiesta del Passeggero attraverso l’emissione di un Voucher da Compensazione, come meglio descritto al precedente Articolo 3.3. 


8.4            Nel caso in cui l’Autobus diventi inutilizzabile durante il Viaggio, Itabus consentirà il proseguimento dei Servizi di Trasporto su un altro Autobus alternativamente (i) riprendendo il Viaggio dal punto in cui l’Autobus è immobilizzato ovvero (ii) garantendo ai Passeggeri il trasporto gratuito tra il punto in cui l’Autobus è immobilizzato verso un idoneo punto di attesa o stazione ove sarà possibile il proseguimento del Viaggio.


8.5            In caso di cancellazione del Servizio di Trasporto o di ritardo dello stesso superiore a 120 (centoventi) minuti rispetto all’orario in cui era fissata la partenza da una fermata dell’Autobus del relativo Viaggio, il Passeggero ha diritto al proseguimento dello stesso, al re-instradamento o al rimborso del prezzo a cui è stato acquistato il Titolo di Trasporto ai sensi del successivo Articolo 8.6.


8.6            Il rimborso del Titolo di Trasporto di cui agli Articoli 8.2, e 8.5 sarà effettuato da Itabus entro 14 (quattordici) giorni dal ricevimento della richiesta da parte del Passeggero. Il rimborso copre l'intero costo del Titolo di Trasporto alla tariffa alla quale è stato acquistato, per la parte o le parti del Viaggio non completate e per la parte o le parti del Viaggio già completate se il Titolo di Trasporto non ha più alcuna attinenza rispetto al programma di viaggio originale del Passeggero. Il rimborso sarà effettuato in denaro, a meno che il Passeggero non accetti un'altra forma di rimborso, consistente, in ogni caso, nell’emissione di voucher.


8.7            Qualsiasi cancellazione di un Viaggio su iniziativa di Itabus sarà disciplinata dalla legge in vigore e in particolare dal Regolamento (UE) n. 181 del 2011 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 febbraio 2011 relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus.


9               DIRITTI DEL PASSEGGERO


9.1          I Passeggeri in possesso di valido Titolo di Trasporto hanno diritto al trasporto sul percorso indicato nel Titolo di Trasporto secondo le condizioni contrattuali offerte al pubblico, senza alcuna discriminazione diretta o indiretta.


9.2            In conformità con quanto stabilito nel Regolamento UE n.181 del 2011, i seguenti diritti vengono garantiti ai Passeggeri che usufruiscono dei Servizi Itabus:

(i)      la non discriminazione fra i passeggeri riguardo alle condizioni di trasporto offerte dai vettori;

(ii)     i diritti dei passeggeri in caso di incidenti derivanti dall’utilizzo di autobus che provochino il decesso o lesioni dei passeggeri o la perdita o il danneggiamento del bagaglio;

(iii)     la non discriminazione e l’assistenza obbligatoria nei confronti delle persone con disabilità o a mobilità ridotta;

(iv)    i diritti dei passeggeri in caso di cancellazione o ritardo;

(v)     le informazioni minime da fornire ai passeggeri;

(vi)    il trattamento dei reclami; e

(vii)   le regole generali per garantire l’applicazione del regolamento.


9.3            Per maggiori dettagli, si prega di consultare la sezione dedicata ai Diritti del Passeggero sul Sito Itabus.


10             MINORI


10.1          I bambini di età compresa tra 0 e 3 anni possono viaggiare a bordo degli Autobus solo in seggiolini omologati. Sarà onere del genitore del bambino, ovvero di chi su quest’ultimo eserciti l’autorità tutoria, portare il seggiolino a bordo dell’Autobus ed assicurarsi che il bambino viaggi in assoluta sicurezza, anche ai sensi della normativa vigente in materia. Itabus non sarà ritenuta responsabile in relazione all’idoneità e conformità alla legge dei seggiolini portati dagli accompagnatori.


10.2          I bambini di età superiore ai 3 anni e statura inferiore a 1,50 metri devono essere assicurati a cura dei Passeggeri adulti accompagnatori con sistemi di ritenuta per bambini eventualmente presenti a bordo dell’Autobus, solo se di tipo omologato e solo se il loro utilizzo non è incompatibile con la statura degli stessi (art. 172, comma 6 Codice della Strada).


10.3          Qualora l’Autobus non sia equipaggiato con sistemi omologati di ritenuta per bambini di cui al precedente Articolo 10.2, i minori devono essere trasportati utilizzando le cinture di sicurezza standard, solo se compatibili con la statura degli stessi. Tale disposizione è valevole soltanto per i bambini di statura inferiore a 1,50 metri e di peso inferiore a 36 chilogrammi.


10.4          In caso di inosservanza di tali prescrizioni, risponde la persona tenuta alla sorveglianza del minore presente sull’Autobus. I Passeggeri di peso fino 36 chilogrammi ed altezza fino a 1,50 metri che viaggiano su Autobus adibiti a servizio di linea possono non essere assicurati con i sistemi di ritenuta per bambini, a condizione che non occupino un sedile anteriore e siano accompagnati da almeno un Passeggero adulto.


10.5          I minori di 14 anni possono viaggiare su tutti i Servizi di Trasporto solo se accompagnati da persona maggiorenne. I genitori o chi esercita la responsabilità tutoria di minori di età inferiore ai 14 anni che viaggino verso una destinazione internazionale non accompagnati da almeno uno dei predetti soggetti e che intendono concedere l’autorizzazione ad una persona terza maggiorenne devono sottoscrivere la “dichiarazione di accompagnamento” che resterà agli atti della questura, scaricabile al seguente link: https://www.poliziadistato.it/statics/31/modulo_dichiarazione_accompagnamento.pdf. La validità dell’autorizzazione al Viaggio è circoscritta al singolo Viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) fuori dal luogo di residenza del minore di 14 anni, con destinazione determinata.     


10.6          Per minori di età compresa tra i 14 e 18 anni, deve essere rilasciata un’autorizzazione scritta da parte dei genitori o tutori, redatta secondo il modello disponibile nell’area “Assistenza” del Sito Itabus, da allegare al Titolo di Trasporto.


10.7          Sulle linee autorizzate in ambito nazionale, i minori di età compresa fra i 14 ed i 18 anni compiuti possono viaggiare non accompagnati da persona maggiorenne a condizione che siano in possesso dell’autorizzazione di cui all’Articolo precedente purché il Viaggio: a) non si svolga su un Autobus notturno; b) non comporti cambi di Autobus; c) non comporti il superamento dei confini nazionali. In ogni caso, Itabus non assume alcun obbligo di sorveglianza nei confronti del/dei minore/i. 


10.8          Sulle linee autorizzate in ambito internazionale, i minori di anni 16 sono ammessi al trasporto solo se accompagnati, mentre i soggetti di età compresa fra i 16 ed i 18 anni compiuti, possono viaggiare non accompagnati provvisti di documento di riconoscimento valido e muniti di regolare autorizzazione scritta da parte dei genitori o tutori redatta secondo il modello disponibile nell’area “Assistenza” del Sito Itabus, da allegare al Titolo di Trasporto. Il Personale di Guida potrà richiedere al Passeggero l’esibizione di un valido documento di identità.


11             PERSONE CON DISABILITA’ O A MOBILITA’ RIDOTTA


11.1          I Servizi Itabus sono resi senza discriminare persone la cui mobilità sia ridotta nell’uso del trasporto a causa di una disabilità fisica (sensoriale o locomotoria, permanente o temporanea), minorazione mentale, o per qualsiasi altra causa di disabilità, o per ragioni di età, e la cui condizione richieda un’attenzione adeguata e un adattamento alle sue esigenze specifiche del servizio fornito a tutti i passeggeri (le “Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta”). A tal fine, Itabus si attiene alle disposizioni del Regolamento (UE) n. 181 del 2011 ed esegue le prestazioni assistenziali che rientrano nell’ambito di responsabilità del vettore ai sensi dell’Allegato I al citato regolamento.


11.2          Per assicurare la fattibilità del trasporto della Persona con Disabilità o Mobilità Ridotta nonché del suo accompagnatore, è necessario che il Passeggero informi Itabus delle proprie necessità prima della prenotazione, attraverso il modulo disponibile sul Sito Itabus nella sezione “Assistenza” e comunque non oltre le 36 ore precedenti all’inizio del Viaggio.


11.3          Resta inteso che Itabus non può influenzare le condizioni delle infrastrutture delle fermate e stazioni di Autobus servite da Itabus e, quindi, il relativo accesso delle Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta, per cui a tal proposito Itabus non può fornire alcuna garanzia né potrà essere ritenuta responsabile.


11.4          Il trasporto di Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta può essere rifiutato da Itabus esclusivamente nei seguenti casi:

(i)      per rispettare gli obblighi in materia di sicurezza stabiliti dalla legislazione dell’UE, internazionale e nazionale ovvero gli obblighi di salute e sicurezza stabiliti dalle autorità competenti; e

(ii)     qualora la configurazione dell’Autobus o delle infrastrutture o anche delle fermate o delle stazioni renda fisicamente impossibile l’imbarco, lo sbarco o il trasporto della Persona con Disabilità o a Mobilità Ridotta in condizioni di sicurezza concretamente realizzabili.


11.5          Cani guida e accompagnatori


11.5.1      I cani guida per non vedenti o i cani riconosciuti da assistenza che accompagnano Persona con Disabilità o Mobilità Ridotta viaggiano a titolo gratuito. Questi animali devono indossare la museruola se richiesto dal conducente o da un altro Passeggero.


11.5.2      Per assicurare la fattibilità del trasporto del cane riconosciuto da assistenza della Persona con Disabilità o Mobilità Ridotta è necessario che il Passeggero informi Itabus delle proprie necessità prima della prenotazione, attraverso il modulo disponibile sul Sito Itabus nella sezione “Assistenza” e comunque non oltre le 36 (trentasei) ore precedenti all’inizio del Viaggio.


11.5.3      L’accompagnatore della Persona con Disabilità o Mobilità Ridotta viaggia gratuitamente come Passeggero se viene accertata la necessità per la Persona con Disabilità o Mobilità Ridotta di un accompagnamento continuo e, se possibile, gli sarà assegnato un posto a sedere adiacente e di fianco a quello alla Persona con Disabilità o a Mobilità Ridotta che accompagna.


11.5.4      Per assicurare la fattibilità del trasporto della Persona con Disabilità o Mobilità Ridotta nonché del suo accompagnatore, è necessario che il Passeggero informi Itabus delle proprie necessità prima della prenotazione, attraverso il modulo disponibile sul Sito Itabus nella sezione “Assistenza” e comunque non oltre le 36 ore precedenti all’inizio del Viaggio.


11.6          Sedie a rotelle


11.6.1      Il trasporto in stiva della sedia a rotelle pieghevole e degli altri ausili per la deambulazione di Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta è gratuito. Per verificare la possibilità di trasporto della sedia a rotelle in stiva nell’ambito di un Servizio di Trasporto, l’esatta configurazione della sedia a rotelle o dell’altro ausilio per la deambulazione deve essere comunicata ad Itabus, attraverso il modulo disponibile sul Sito web di Itabus nella sezione Assistenza, prima dell’acquisto del Servizio di Trasporto e con un preavviso di almeno 36 (trentasei) ore rispetto all’orario di partenza dello stesso. Per ragioni di sicurezza, le sedie a rotelle di cui si richiede il trasporto in stiva devono essere pieghevoli e non elettriche.


11.6.2      Per alcuni Servizi di Trasporto, Itabus rende disponibile il trasporto delle sedie a rotelle nel vano passeggeri. Per verificare la possibilità di trasporto della sedia a rotelle nel vano passeggeri nell’ambito di un Servizio di Trasporto, l’esatta configurazione della sedia a rotelle o dell’altro ausilio per la deambulazione deve essere comunicata ad Itabus, attraverso il modulo disponibile sul Sito Itabus nella sezione Assistenza, prima dell’acquisto del Servizio di Trasporto e con un preavviso di almeno 7 (sette) giorni rispetto alla data di partenza dello stesso. Affinché le sedie a rotelle possano essere collocate nel vano passeggeri, queste ultime, indipendentemente dalla data di produzione, devono disporre dei punti di fissaggio di sicurezza, i cosiddetti nodi di forza, conformemente a quanto disposto dalla norma DIN 75078-2 nonché di un’autorizzazione del produttore ai sensi della norma DIN EN 12183 o 12184. La Persona con Disabilità o a Mobilità Ridotta che intenda beneficiare del Servizio di Trasporto collocando la propria sedia a rotelle nel vano passeggeri dovrà: a) confermare il rispetto delle norme previste per il trasporto delle stesse in occasione dell’invio del modulo disponibile sul Sito Itabus nella sezione “Assistenza” per la verifica della possibilità di trasportare la sedia a rotelle e b) garantire che la sedia a rotelle sia funzionante e tecnicamente progettata in modo tale da poter essere utilizzata in sicurezza durante il Viaggio.


11.6.3      La sedia a rotelle deve essere conforme agli attuali requisiti ufficiali di sicurezza prescritti dalla normativa nazionale, comunitaria e internazionale. Qualora, ad insindacabile giudizio di Itabus, sia pregiudicata la sicurezza del Viaggio, il trasporto in stiva della sedia a rotelle potrà essere negato. Itabus declina ogni responsabilità per danni che siano da ricondursi a condizioni tecniche carenti della sedia a rotelle.


11.6.4      Fatte salve le disposizioni dell’Articolo 15, Itabus risponderà dell’eventuale perdita o danneggiamento di sedie a rotelle, delle altre attrezzature per la mobilità o dispositivi di assistenza ad essa imputabili. L’importo del risarcimento ai sensi del presente Articolo 11.6.4 sarà equivalente al costo di sostituzione o riparazione di attrezzature o dispositivi smarriti o danneggiati.


11.6.5      Se necessario, Itabus compirà ogni ragionevole sforzo per rendere rapidamente e temporaneamente disponibili attrezzature o dispositivi sostitutivi. Le sedie a rotelle, altre attrezzature per la mobilità o dispositivi di assistenza avranno, per quanto possibile, caratteristiche tecniche e funzionali simili a quelli perduti o danneggiati.


12             OBBLIGHI DEI PASSEGGERI


12.1          A bordo dell'Autobus, il Passeggero si impegna a mantenere un comportamento calmo e tranquillo, rispettoso degli altri Passeggeri, del Personale di Guida, ove presente, pertanto: (i) si asterrà dal parlare con il Personale di Guida durante la guida, salvo per segnalare situazioni emergenziali che minano la sicurezza dei Passeggeri o di necessità; (ii) indosserà e allaccerà la cintura di sicurezza; (iii) durante il Viaggio rimarrà seduto al proprio posto, evitando di camminare e occupare la corsia centrale; (iv) rispetterà tutte le istruzioni di sicurezza trasmesse da Itabus mediante la diffusione di messaggi sonori, testuali e/o fornite dal Personale di Guida; (v) non affronterà il Viaggio in stato di ebrezza o intossicazione; (vi) non consumerà sostanze che potrebbero arrecare disturbo agli altri Passeggeri e/o attivare i sistemi di segnalamento di bordo (è vietato il consumo di sigarette e prodotti assimilabili quali sigarette elettroniche e prodotti a tabacco riscaldato non bruciato, narcotici, alcolici e l’assunzione di sostanze illegali in tutti gli ambienti dell’Autobus, comprese le toilette); (vii) rispetterà la pulizia dell’ambiente e dei servizi; (viii) non utilizzerà il telefono cellulare con modalità “vivavoce”; (ix) non utilizzerà apparecchi rumorosi o sonori udibili dagli altri Passeggeri; (x) sarà in uno stato di salute tale da non compromettere la salute degli altri Passeggeri e farà in modo di non si trovarsi in uno stato di alterazione psico fisica dovuto all’assunzione di sostanze stupefacenti e/o di alcolici ovvero abuso di medicinali; (xi) utilizzerà e azionerà i dispositivi di sicurezza presenti a bordo dell’Autobus (es. martelletti di emergenza, porte d’emergenza ecc.) solamente in situazione di necessità ed emergenza; (xii) utilizzerà i dispositivi e le dotazioni di bordo (es. distributori automatici, tavolini, poggiapiedi, braccioli, ecc.) secondo l’utilizzo proprio e tale da non apportare danneggiamento, rottura e/o usura agli stessi ovvero disturbo agli altri Passeggeri. Il Passeggero accompagnatore di minorenne assume la piena responsabilità del minore che accompagna, anche al fine di garantire il pieno rispetto delle norme comportamentali e di sicurezza. Itabus declina ogni responsabilità in caso di danni ai Passeggeri (o a terzi) derivante da violazione di quanto precede.


12.2          In caso di violazione da parte del Passeggero degli obblighi e divieti posti a suo carico dalle presenti Condizioni Generali e/o dagli articoli 17 e ss. del titolo II del D.P.R. n. 753/1980, Itabus potrà rifiutare la prestazione del Servizio di Trasporto o sospenderlo, anche mediante l’intervento delle forze dell’ordine, se necessario, senza alcun diritto del Passeggero al rimborso di quanto complessivamente pagato per il Servizio di Trasporto. Il Passeggero sarà ritenuto responsabile per ogni e qualsivoglia danno patito da Itabus e/o da soggetti terzi a causa delle predette violazioni.


12.3          Durante il Viaggio il Personale di Guida ha piena discrezionalità nell’effettuazione di soste all’infuori delle fermate previste per la salita e discesa dei passeggeri, al fine di rispettare gli obblighi in materia di sicurezza e il rispetto delle norme di lavoro relative alla guida e alle pause per i conducenti (le “Soste”). Durante le Soste, il Passeggero dovrà rispettare le seguenti regole: (i) scendere dall'Autobus su richiesta del Personale di Guida o di qualsiasi autorità doganale o di polizia; (ii) non estrarre i Bagagli dalla stiva, salvo in casi debitamente giustificati e previa autorizzazione da parte del Personale di Guida (es. obbligo medico); e (iii) presentarsi a bordo dell’Autobus entro il termine della durata delle Soste annunciato dal Personale di Guida. Itabus si riserva il diritto di proseguire il Viaggio nel caso in cui il Passeggero non ritorni sull’Autobus al termine dell'orario di sosta previsto e previamente comunicato, senza essere ritenuto responsabile dell’assenza del Passeggero stesso.


12.4          Il Passeggero deve utilizzare il servizio WI-FI per finalità lecite e conformemente alle condizioni di utilizzo del servizio, assumendo ogni responsabilità nei confronti di Itabus per eventuali utilizzazioni illecite o improprie ivi comprese azioni che risultino in una messa in pericolo o in un danno per l’operatività della rete dei fornitori di Itabus.


12.5          Obblighi relativi alla prevenzione del contagio da Coronavirus (COVID-19)


12.5.1      I Passeggeri devono indossare un’adeguata protezione di bocca, naso e mento per tutto il Viaggio, così come disposto dalle vigenti normative in materia di contenimento del contagio da COVID-19. I Passeggeri che non indossano la suddetta adeguata protezione possono essere esclusi dal Viaggio. In tal caso non sussiste alcun diritto a un trasporto alternativo né ad un rimborso.


12.5.2      I Passeggeri sono invitati a portare con sé l’autodichiarazione richiesta ai sensi della normativa emergenziale tempo per tempo vigente per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, debitamente compilata e firmata, o comunque la diversa documentazione prescritta dalla predetta normativa. I passeggeri prendono altresì atto e concordano che:

 i) essi saranno responsabili in via esclusiva dell’adempimento di tutti gli obblighi e oneri previsti a loro carico dalla normativa tempo per tempo in vigore per il contenimento dell'epidemia da COVID-19; e

ii) Itabus sarà legittimata, ove necessario e richiesto ad ottemperare alla normativa tempo per tempo in vigore per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, a richiedere ai Passeggeri la consegna dell’autodichiarazione, o comunque della diversa documentazione prescritta dalla suddetta normativa, ai fini dell’imbarco.


12.5.3      I Passeggeri prendono atto, anche a norma dell’art. 3 del D.L. n. 6 del 2020, come modificato dall’art. 91, comma 1, del D.L. n. 18 del 2020, che i Servizi Itabus potranno subire delle limitazioni necessarie al rispetto delle disposizioni legislative, governative e dei protocolli in materia di contenimento del contagio da COVID-19.


13             BAGAGLI


13.1          Disposizioni applicabili a tutte le tipologie di bagagli


13.1.1       Il trasferimento dei bagagli del Passeggero è regolato dalle seguenti disposizioni del presente Articolo 13. Non sarà possibile effettuare il trasferimento di bagagli diversi da Bagagli Standard, Bagagli Aggiuntivi e Bagagli Speciali (definiti rispettivamente ai successivi Articoli 13.2, 13.3.3 e 13.4).

 

13.1.2       Il Passeggero è responsabile dell’imbarco e del ritiro del proprio bagaglio. L’eventuale assistenza da parte del Personale di Guida è prevista solo in casi eccezionali e non giustifica alcun diritto alla stessa in capo ai Passeggeri, fatti salvi i casi di cui all’Articolo 11.

 

13.1.3       Il Passeggero è obbligato a consentire al Personale di Guida Itabus di effettuare le verifiche necessarie ad accertare che il trasporto del bagaglio sia conforme alle presenti Condizioni Generali di Vendita e di Trasporto.

 

13.1.4       Nel caso in cui il Passeggero abbia imbarcato dei bagagli non conformi alle disposizioni delle presenti Condizioni Generali, il Passeggero dovrà provvedere a sua cura a scaricare tali oggetti alla prima fermata successiva.

 

13.1.5       Gli oggetti di valore, quali, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, contanti, gioielli, metalli preziosi, chiavi, occhiali (da sole e/o da vista), dispositivi elettronici (computer portatili, tablet, lettori MP3, cellulari, macchine fotografiche), lenti a contatto, protesi, medicinali, documenti importanti (diplomi, attestati, certificati, passaporti, patenti, titoli di credito), ecc. e oggetti fragili devono essere trasportati nel bagaglio a mano e sono soggetti alla custodia del Passeggero.

 

13.1.6       È fatto divieto di imbarcare a bordo degli Autobus materiali e oggetti pericolosi o illegali, in particolare: (i) sostanze esplosive, facilmente infiammabili, radioattive, maleodoranti o corrosive; (ii) oggetti non imballati o privi di protezione che potrebbero arrecare danno ai Passeggeri o ai loro bagagli o all’Autobus; e (iii) sostanze ed oggetti la cui detenzione e/o possesso sono vietati dall’ordinamento nazionale comunitario e/o internazionale, ovvero la cui detenzione e/o possesso potrebbero essere fonte di potenziali pericoli per la sicurezza dell’Autobus nonché per l’incolumità degli altri Passeggeri. Sono generalmente esclusi dal trasporto oggetti di arredamento, mobili o loro parti, elettrodomestici.

 

13.1.7       È obbligo del Passeggero adottare tutte le cautele necessarie ad evitare che i propri bagagli possano arrecare molestia o fastidio agli altri Passeggeri, nonché possano arrecare danni ai bagagli degli altri Passeggeri ovvero possano non consentire la prosecuzione del Viaggio in condizioni di sicurezza.

 

13.1.8       È fatto divieto ai Passeggeri di portare con sé armi e munizioni, fatta eccezione per le forze dell’ordine e per gli altri soggetti ad essi equiparabili.

 

13.1.9       Per motivi di sicurezza e/o su richiesta delle autorità, al Passeggero può essere richiesto di consentire l'esame del suo bagaglio. Se il Passeggero si rifiuta di soddisfare tale richiesta, Itabus può rifiutare di trasportare il Passeggero e i suoi bagagli.

 

13.1.10     La perdita o il danneggiamento del bagaglio dovuti a un incidente derivante dall'utilizzo dell’Autobus darà diritto a un risarcimento da parte di Itabus per qualsiasi danno giustificato per il quale è ritenuto responsabile, nelle somme stabilite dal Regolamento UE n. 181 del 2011.

 

13.1.11     Al di fuori del caso di incidente derivante dall’utilizzo dell’autobus di cui all’articolo 13.1.10, in caso di perdita e danneggiamento del bagaglio riposto nel vano bagagli, Itabus sarà responsabile in base alle disposizioni normative vigenti e precisamente in base all’art. 2 della L. 450/1985.


13.2          Bagaglio Standard


13.2.1       Il trasporto del bagaglio incluso nel prezzo del Biglietto è limitato a nr. 1 (uno) bagaglio a mano e nr. 1 (uno) bagaglio da stiva nelle dimensioni e pesi riportate ai successivi articoli, per un peso complessivo totale per Passeggero, comunque non superiore a 15 kg (complessivamente il “Bagaglio Standard”). Salvi i casi di acquisto di Servizi Accessori Bagaglio Aggiuntivo e Bagaglio Speciale, Itabus non sarà tenuta ad eseguire il trasferimento di bagagli del Passeggero che non rispettino gli standard del Bagaglio Standard previsti nel presente articolo e potrà rifiutarne l’imbarco.


13.2.2       Il bagaglio a mano può essere collocato nelle cappelliere situate sopra i sedili o sotto il sedile occupato dal Passeggero e deve avere dimensioni massime pari a 42 x 30 x 18 cm.


13.2.3       Il bagaglio a mano e il relativo contenuto devono rimanere sotto la custodia del Passeggero per tutta la durata del Viaggio e dovranno essere controllati dallo stesso, al fine di garantire la sicurezza a bordo e non arrecare disturbo agli altri Passeggeri.


13.2.4       Il bagaglio da stiva deve essere di dimensioni non superiori a 80 x 50 x 30 cm o comunque avere dimensioni leggermente divergenti purché la somma di altezza, lunghezza e profondità del bagaglio non sia superiore a 160 cm.


13.2.5       Il peso massimo per bagaglio da stiva deve essere di 15 kg.


13.2.6       Tutti i bagagli da stiva devono essere adeguatamente imballati in valigie, coperture protettive, borse o altri contenitori idonei. L'imballaggio dei bagagli è di esclusiva responsabilità dei Passeggeri.


13.2.7       Il bagaglio da stiva deve essere etichettato con i dati del Passeggero quali, il nome, il numero di telefono e l'indirizzo. L'etichettatura dei bagagli è a carico del Passeggero ed è di sua esclusiva responsabilità.


13.2.8       Il Passeggero si impegna a non superare con i suoi effetti personali da imbarcare in stiva il valore di Euro 150,00 (centocinquanta) per bagaglio imbarcato e pertanto Itabus non assume alcun obbligo di trasporto di Bagagli del Passeggero che siano di valore superiore ai predetti Euro 150,00 (centocinquanta).


13.3          Bagaglio Aggiuntivo


13.3.1       Il Passeggero che intenda trasferire bagagli ulteriori rispetto al Bagaglio Standard dovrà acquistare il relativo Servizio Accessorio (se disponibile), che consente al Passeggero di ottenere il trasferimento di un bagaglio aggiuntivo di dimensioni non superiori a 80 x 50 x 30 cm e di peso non superiore a 15 kg (il “Bagaglio Aggiuntivo”). Sono consentite dimensioni leggermente divergenti, purché la somma di altezza, lunghezza e profondità del bagaglio non sia superiore a 160 cm.


13.3.2       Il trasporto del Bagaglio Aggiuntivo è soggetto a disponibilità di spazio; non sussiste alcun diritto al trasferimento di più di un Bagaglio per Passeggero.


13.3.3       È necessario che il Bagaglio Aggiuntivo sia prenotato in anticipo, al più tardi alla partenza. Per il trasporto di un Bagaglio Aggiuntivo sarà addebitato un supplemento di prezzo. Il supplemento per il Servizio Accessorio consistente nel Bagaglio Aggiuntivo sarà di volta in volta mostrato in fase di acquisto, salvo disponibilità di spazio.


13.3.4       Il trasferimento del Bagaglio Aggiuntivo è limitato a nr. 1 (uno) per Passeggero e soggetto a disponibilità.


13.3.5       Il Passeggero si impegna a non superare con i suoi effetti personali da imbarcare in stiva come Bagaglio Aggiuntivo il valore di Euro 150,00 (centocinquanta) per Bagaglio Aggiuntivo e pertanto Itabus non assume alcun obbligo di trasporto di Bagagli Aggiuntivi che siano di valore superiore ai predetti Euro 150,00 (centocinquanta).


13.4          Bagaglio Speciale


13.4.1       Il Passeggero che intenda trasferire bagagli di dimensioni superiori ai normali bagagli da stiva dovrà acquistare il relativo Servizio Accessorio (se disponibile), che consente al Passeggero di ottenere il trasferimento di un bagaglio eccedente i limiti di peso e di volume del normale bagaglio da stiva e comunque non superiori a 240 cm derivanti dalla somma di altezza + larghezza + profondità, e 25 kg (il “Bagaglio Speciale”). Il Servizio Accessorio Bagaglio Speciale è soggetto a prenotazione anticipata e conferma della possibilità di imbarco. Non esiste alcun diritto del Passeggero ad acquistare il Servizio Accessorio del Bagaglio Speciale.


13.4.2       Il trasferimento del Bagaglio Speciale è limitato a nr. 1 (uno) per Passeggero.


13.4.3       È necessario che il Bagaglio Speciale sia registrato in anticipo, al più tardi alla partenza. Per il trasporto di un Bagaglio Speciale sarà addebitato un supplemento di prezzo. Il supplemento per il Servizio Accessorio consistente nel Bagaglio Speciale sarà di volta in volta mostrato in fase di acquisto, salvo disponibilità di spazio.


13.4.4       Salve le eccezioni, le deroghe e le disposizioni specifiche di seguito previste, sono sempre considerati Bagaglio Speciale e sono pertanto soggetti alle previsioni del presente Articolo 13.4:

(i)     le biciclette; queste possono essere trasportate solo su alcune tratte, previa prenotazione e disponibilità; e

(ii)    i monopattini elettrici; per essere trasportato, il monopattino deve essere ripiegato e riposto in un imballaggio adeguato (es. borsone, custodia, ecc.); sono equiparati ai monopattini elettrici gli skateboard, hoverboard e oggetti simili.


13.4.5       Gli ausili ortopedici del Passeggero Persona con Disabilità o a Mobilità Ridotta non sono classificati come Bagaglio Speciale e seguono le disposizioni specifiche di cui all’Articolo 11.


13.5          Strumenti musicali


13.5.1      Gli strumenti musicali di dimensioni (custodia compresa) inferiori o uguali a quelle massime previste per il bagaglio a mano potranno essere trasportati gratuitamente come bagaglio a mano.


13.5.2      Gli strumenti musicali di dimensioni eccedenti le dimensioni massime per il bagaglio a mano e comunque non superiori a 150 cm derivanti dalla somma di altezza + larghezza + profondità, e non eccedenti i 10 kg di peso, potranno essere trasportati esclusivamente acquistando un Servizio di Trasporto con un Titolo di Trasporto Cumulativo riservando apposito posto a bordo dell’autobus per lo strumento trasportato dal Passeggero. Il Passeggero che intende prenotare un posto a bordo dell’autobus per il proprio strumento, dovrà ripetere, nei campi “nome” e “cognome” per l’ulteriore posto prenotato, i dati del Passeggero.


13.6          Passeggini


13.6.1       È possibile trasportare passeggini nel limite di nr. 1 (uno) per Passeggero. I passeggini devono essere pieghevoli e il trasporto avviene a titolo gratuito.


14             ANIMALI


14.1          Il Passeggero può portare con sé a bordo dell’Autobus animali domestici, vivi, non pericolosi (quali cani di piccola taglia, gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia) e di peso non superiore ai 10 kg, muniti di libretto sanitario, previo acquisto di un Servizio di Trasporto con un Titolo di Trasporto Cumulativo prenotando apposito posto a bordo dell’autobus per l’animale che viaggia con il Passeggero, accanto al posto di quest’ultimo. Il Passeggero che intende prenotare un posto a bordo dell’autobus per il proprio animale domestico, dovrà ripetere, nei campi “nome” e “cognome” per l’ulteriore posto prenotato, i dati del Passeggero.


14.2          Gli animali devono essere trasportati in appositi contenitori (trasportini) che devono recare l’indicazione chiara e leggibile del nominativo e dell’indirizzo del Passeggero. È consentito un contenitore per ciascun Passeggero, avente caratteristiche idonee ad escludere lesioni a persone e danni a cose. L’animale deve essere mantenuto all’interno del contenitore per tutta la durata del Viaggio.


14.3          Per il trasporto dei cani di cui all’Articolo 14.1, il Passeggero deve essere in possesso del certificato di iscrizione all’anagrafe canina. Nel caso di Passeggeri provenienti da paesi esteri, gli animali devono essere muniti dei sistemi di identificazione e del passaporto di cui al Reg. (CE) n. 998 del 2003, laddove applicabile, da esibirsi su richiesta del Personale di Guida.


14.4          Al Passeggero spetta la sorveglianza degli animali che porta con sé per tutta la durata del Viaggio. Il Passeggero è responsabile per qualsivoglia danno (a persone e/o cose e/o animali) cagionato dal proprio animale.


14.5          Sono esclusi dal trasporto gli animali domestici pericolosi o affetti da patologie trasmissibili all’uomo.


14.6          Le disposizioni di cui agli Articoli 14.1, 14.2 e 14.3 non trovano applicazione con riferimento ai cani guida da accompagno delle Persone con Disabilità o a Mobilità Ridotta, in relazione ai quali si richiama il precedente Articolo 11.5.


15             RESPONSABILITA’


15.1          Itabus sarà responsabile in caso di accertata violazione di una delle obbligazioni contrattuali di cui alle presenti Condizioni Generali, al Contratto o derivanti dalla legge, salvo caso fortuito o eventi di forza maggiore che impediscano od ostacolino l’esecuzione delle prestazioni dovute, ossia un evento che Itabus non poteva controllare né ragionevolmente prevedere al momento dell’emissione del Titolo di Trasporto e i cui effetti non possono essere ragionevolmente evitati.


15.2          All’infuori dei casi di colpa grave o dolo, Itabus rimane esclusa da qualsivoglia responsabilità per i seguenti casi(i) scambio o furto di Bagagli; (ii) danni o amplificazione dei danni derivanti da un imballaggio non adeguato dei Bagagli da parte del passeggero e (iii) danni ai Bagagli o al Passeggero derivati da fatto negligente di quest’ultimo.


15.3          I Passeggeri hanno diritto ad un risarcimento per il decesso, lesioni personali nonché per la perdita o il danneggiamento del bagaglio dovuti a un incidente derivante dall’utilizzo di Autobus durante un Viaggio. Per le condizioni e l'importo del risarcimento si rimanda alla legislazione nazionale applicabile ed all’art. 7 del Regolamento UE n. 181 del 2011. Non è previsto alcun risarcimento od indennizzo automatico. Il Passeggero – nell’ambito della normativa sopra richiamata ed entro i limiti ivi previsti – avrà diritto al risarcimento dei soli danni che risultino provati. A seguito di un incidente derivante dall’utilizzo di Autobus durante un Viaggio, Itabus presterà un'assistenza ragionevole e proporzionata per le esigenze pratiche immediate del Passeggero a seguito dell’incidente stesso. L’assistenza prestata non costituisce riconoscimento di responsabilità.

 


SEZIONE C – VARIE


16             RECLAMI


16.1          I Passeggeri possono presentare eventuali reclami, in caso di presunta infrazione da parte di Itabus delle disposizioni del Regolamento (UE) n. 181 del 2011 relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus, compilando l’apposito modulo su Sito Itabus, nella sezione dedicata all’Assistenza.


16.2          Ai sensi della normativa europea e nazionale sui diritti dei passeggeri nel trasporto con autobus, i motivi di presentazione del reclamo attengono esclusivamente:

(i)     per i servizi regolari di linea la cui distanza sia pari o superiore a 250 Km, nazionali o internazionali:

  •  mancata emissione del biglietto;
  • condizioni contrattuali o tariffe discriminatorie;
  •  mancata assistenza al passeggero;
  •  inosservanza degli obblighi a tutela di persone con disabilità o a mobilità ridotta;
  •  ritardi, overbooking, re-instradamenti e cancellazioni;
  •  informazioni relative a cancellazioni e ritardi;
  •  mancata assistenza in caso di cancellazione o ritardo alla partenza;
  •  mancata informazione al Passeggero sul Viaggio e sui suoi diritti;
  •  mancata adozione del sistema per il trattamento dei reclami; e
  •  mancata comunicazione dell’esito definitivo del reclamo;

(ii)    per i servizi regolari di linea la cui distanza sia inferiore a 250 Km, nazionali o internazionali:

  •  condizioni contrattuali o tariffe discriminatorie;
  •  inosservanza degli obblighi a tutela di persone con disabilità o a mobilità ridotta;
  •  informazione al passeggero sul viaggio e sui suoi diritti;
  •  mancata adozione del sistema per il trattamento dei reclami; e
  •  mancata comunicazione dell'esito definitivo del reclamo.

16.3          Ai sensi dell’art. 27 del Regolamento UE n. 181 del 2011, i Passeggeri dovranno presentare i reclami entro tre (3) mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio regolare.

16.4          Itabus (i) entro un (1) mese dal ricevimento del reclamo, notificherà al passeggero che il reclamo è stato accolto, respinto o che è ancora in esame; (ii) non oltre tre (3) mesi dal ricevimento del reclamo, fornirà al passeggero una risposta definitiva allo stesso.

16.5          In seconda istanza, decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo a Itabus S.p.A., i Passeggeri potranno presentare reclamo - ai sensi dell’art. 28, paragrafo 3, del Regolamento UE n. 181 del 2011 e dell’art. 3, comma 5 del D. Lgs. 4 novembre 2014, n. 169 - all’Autorità di Regolazione dei Trasporti per presunte infrazioni al Regolamento e secondo le modalità stabilite dalla medesima Autorità. In particolare, il reclamo potrà essere presentato alternativamente: (i) Tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza n. 230, 10126 Torino; (ii) inviando un’e-mail ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica: Pec: pec@pec.autorita-trasporti.it, E-mail: reclami-bus@autorita-trasporti.it; utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.


17             MODIFICHE


Itabus potrà modificare le Condizioni Generali. Tali modifiche, avranno efficacia a far data dal giorno della loro pubblicazione sul Sito Itabus. Ai Titolo di Trasporto emessi da Itabus prima della pubblicazione delle modifiche sopracitate verranno applicate le Condizioni Generali vigenti alla data in cui è stato effettuato l’acquisto del Servizio Itabus.


18             INFORMATIVA AI SENSI DELLA NORMATIVA SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI


18.1    I dati personali relativi ai Passeggeri (i “Dati Personali”) saranno trattati da Itabus, in qualità di Titolare del trattamento, per finalità strettamente connesse all’erogazione del Servizio di Trasporto e degli eventuali Servizi Accessori, in conformità all’informativa sul trattamento dei dati personali, resa ai sensi dell’art. 13 del GDPR, disponibile al seguente link www.itabus.it/it/privacy.html, e, in ogni caso, nel rispetto della vigente normativa in materia di protezione dei dati personali, per tale intendendosi il Regolamento (UE) n. 679 del 2016 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE, denominato anche General Data Protection Regulation (“GDPR”), il D.lgs. n. 196 del 2003, come novellato dal D.lgs. n. 101 del 2018, nonché i provvedimenti di volta in volta emanati dall’Autorità Garante della protezione dei dati personali.


18.2    Itabus tratterà i Dati Personali mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità di cui sopra e, comunque, in modo tale da garantire la sicurezza e riservatezza dei Dati Personali stessi.


18.3    Ciascun Passeggero potrà esercitare i diritti previsti nei limiti ed alle condizioni di cui agli articoli 7 e 15-22 del GDPR, contattando Itabus all’indirizzo email privacy@itabus.it; a tale richiesta sarà fornito idoneo riscontro senza ritardo e, in ogni caso, entro un mese dalla ricezione della stessa.


19             DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE


19.1          Tutti i diritti di Proprietà Intellettuale relativi ai Servizi Itabus appartengono esclusivamente a Itabus, che ne manterrà la proprietà anche a seguito della conclusione del Contratto. L’acquisto di Servizi Itabus non conferisce al Passeggero alcun diritto di uso e/o licenza rispetto alla Proprietà Intellettuale relativa ai Servizi Itabus.


19.2          Ai fini del presente Articolo, Proprietà Intellettuale indica a livello universale, tutti i diritti presenti e futuri di autore (copyright), marchi, segni distintivi, know-how, brevetti, modelli di utilità, invenzioni, domini, disegni, modelli ed ogni altro diritto di proprietà intellettuale e/o industriale riconosciuto in una qualsiasi giurisdizione internazionale, incluse tutte le relative domande e registrazioni e i diritti di richiedere le stesse in connessione con i Servizi Itabus.


20             ALTRE DISPOSIZIONI RILEVANTI


L’utilizzo dei Canali di Vendita online di Itabus da parte del Passeggero implica l’automatica ed integrale accettazione delle presenti Condizioni Generali e delle altre norme ivi dettagliate (ivi incluse, a titolo esemplificativo e non esaustivo, la privacy e la cookie policy reperibili nel sito).